Conciliamo?

Oh, ma dai! Ma è una cosa seria? Voglio dire, esiste davvero un imbecille che chiama “Conciliazione” un procedimento che richiede a noi, parte lesa, un discreto numero di euro seguito da un considerevole numero di zeri? Concilio anch’io! Concilio con chiunque voglia darmi un bell’assegno a 5 cifre, meglio ancora a 6… ma perchè non a 7? E va … Continua a leggere

In arrivo

Dopo un fine settimana di belle gare; dopo due giorni di sole  primaverile e tiepido, e montagne innevate che mi chiamano suadenti dal profilo dell’orizzonte al dilà della città; dopo pomeriggi trascorsi tra uffici e banche, svelando norme inverosimili che sanno tanto di garbuglio (o di inculata, a scelta); dopo aver concluso che saremo tutti “cooperatori”, ma non nell’acquistare il … Continua a leggere

Incontri ravvicinati

  Questi giorni sono stati dedicati alle cose belle. Alle cose che fanno bene al cuore, allo spirito ed al morale… e le difficoltà a le delusioni attraverso le quali si naviga diventano (quasi) piccole piccole. Ultima emozione in ordine di tempo, il regalo unico di assistere a tre giorni di stage del campione, e campione come nessun altro al … Continua a leggere

Silenzio, io giro

                         Ok, scrivo. Ho voglia di farlo, ma come una volta. Io, la mia Moleskine, la sera buia nel mio letto, i pensieri della giornata che si trasformano nella grafia incerta della penombra, e il conforto d’essere sola. Quando navigo acque turbolente, e piano piano recupero la rotta, riscopro l’essenzialità, l’ordine, le piccole cose che cementano la … Continua a leggere

Categoria non assegnata

   Ogni tanto mi chiedo se: il mondo sia pieno di stronzi ed io ne incontri sulla mia strada per mera statistica, ed io sia un soggetto      particolarmente sensibile agli affronti di questa razza degenere io sia una calamita per gli stronzi e ne incontri sulla mia strada in numero assai maggiore del dovuto i soggetti normalmente restii ad esprimere … Continua a leggere

Homesick

         Homesick – Kings of Convenience    “…On a chance that on a tape I’d find A song for Someone who needs somewhere To long for Homesick Cause I no longer know Where home is.”

L’essenza

Io amo il mio topolino quando si addormenta la sera nel nostro letto, ed abbandonato e sognante si appoggia alla spalla del papà mentre lo porta nella sua stanza. Guardo gli occhietti chiusi, il musetto soave che riposa innocente, le braccine che morbide ed obbedienti seguono l’abbraccio…  e mi trabocca il cuore. Mio figlio. E niente, niente, niente fa più male.  

Conoscenze

Belle persone, al mondo, ne esistono, ne sono certa (Anna è una di queste, senza dubbio… piacere, grande, d’averti incontrata o)!) Però io ne conosco assai poche. Sono troppo esigente? Nutro aspettative esagerate? Sicuramente ho un difetto imperdonabile per chi pretende d’essere obiettivo: mi entusiasmo. Mi innamoro. Leggo nel prossimo, durante la prima conoscenza, tutte le virtù più belle, e nascondo … Continua a leggere

A sorte…

E’ da due giorni che non so se scrivere o meno. Neanche so se ho voglia di scrivere. E non so cosa scrivere. Non perchè non abbia nulla da dire, anzi. Troppo. Dovrei scegliere uno dei mille argomenti che affollano la mia materia grigia e svilupparlo secondo le mie migliori doti narrative… ed estrarre a sorte l’immagine che vorrei passare attraverso questa pagina: … Continua a leggere